Nuovo romanzo: "È come sabbia il mio amore" di Kyōichi Katayama

Postato il

E’ annunciata per metà ottobre o novembre l’uscita sul mercato del romanzo È come sabbia il mio amore di Kyōichi Katayama (Salani, pp. 252, € 13,50), divenuto celebre grazie a Gridare amore dal centro del mondo. Già a partire dal plot, si presenta come un’opera interessante e percorsa da una vena di inquietudine.
In rete ho trovato poche informazioni; questa la trama (tratta da Salani.it):

Sono giovani, sono sposati da cinque anni, sono affiatati; amano le passeggiate notturne e trascorrono tutto il tempo libero insieme, loro due soli. Lei è incinta, ma quel bambino non sarà mai loro figlio. Quando nascerà, tornerà alla madre e al padre genetici. È vietato dalla legge, ma lei ha scelto di farlo per amore di sua sorella, che sarà la madre del bambino. Tutto è organizzato nei minimi dettagli. Eppure a un certo punto qualcosa cambia, l’equilibrio s’incrina, quel mondo perfetto sembra crollare. In casa si odono passi misteriosi, fuori compaiono personaggi indecifrabili, inquietanti. E l’amore inizia a camminare in equilibrio sul filo della follia
E le mura della loro casa non basteranno più a ripararli dalle minacce che incombono al di fuori di tutte le ‘piccole’ esistenze.


4 commenti su “Nuovo romanzo: "È come sabbia il mio amore" di Kyōichi Katayama

  1. Pingback: Nuovo romanzo: “È come sabbia il mio amore” di Kyōichi Katayama …

  2. Ciao, qualcuno sta leggendo questo libro?
    L’ho preso ieri e ho letto i primi capitoli, ma devo dire che la storia mi sta prendendo poco… ci sono momenti che mi dico “devo andare avanti perchè di sicuro mi prenderà” alternati ad altri in cui penso solamente a richiuderlo per sempre.
    é così diverso dal libro precedente da non sembrare nemmeno scritto dallo stesso autore.
    In ogni caso lo voglio finire.. e spero di sbagliarmi

  3. @ NekoNya: sei riuscita a finire il libro? Io l’ho comprato ieri e a quest’ora “Gridare amore dal centro del mondo” me l’ero già divorato…per ora ho la tua stessa sensazione, dimmi che poi si riprende!!! Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *