occhi nella notte yamada eimi marsilio romanzo Occhi nella notte di Yamada Eimi è un pezzo jazz suonato nel bel mezzo della notte da un pianista ubriaco, che ride e piange allo stesso tempo, esita, sbraita contro il pubblico, per poi, infine, riversare la sua nostalgia impotente sulla tastiera.

Pubblicato nel 1985, questo breve romanzo – che qualcuno ha definito erotico – è,  prima di tutto, la storia di due corpi che si cercano, si feriscono, si distaccano con violenza: quelli di Kim – cantante giapponese destinata a pianobar da quattro soldi – e Spoon, disertore nero dell’esercito americano di stanza a Yokosuka.

occhi nella notte yamada eimi marsilio romanzoNon c’è nulla di edulcorato o addomesticato nel loro universo fatto di locali sordidi, risse ed espedienti per tirare avanti, in cui il sesso si consuma sempre di furia nei vicoli, sul pavimento della cucina o in un letto sfatto. Ugualmente degradato, colmo di oscenità e espressioni aggressive è il linguaggio – irriverente, negli anni Ottanta, per una scrittrice, e sin troppo esplicito -, che pure sa alternare imprecazioni e tenerezze infantili. Perché, al di là della durezza e della malizia di cui si fanno sempre scudo, i protagonisti sono in perenne fuga da se stessi e dalle proprie insicurezze impastate di fumo, sudore, umori corporali, cocaina, alcool. E musica.

Le voci ruvide delle colleghe di Kim, il rap dei ghetti americani, Thelonius Monk e Chat Baker accompagnano costanti la narrazione, fondendosi con essa. Le loro note acuiscono lo strazio e il piacere delle carni di questi “ragazzi che si baciano in piedi/ contro le porte della notte” (come forse li avrebe definiti Prévert): ma nessuna melodia dolente, nessun amplesso straziante potrà mai far dimenticare loro l’insensata solitudine del vivere.

* * *

Yamada Eimi, Occhi nella notte, trad. di Giuliana Carli, Marsilio, 1996, pp. 125, € 4,39

* * *

Immagine tratta da qui.

2 commenti il Tra piacere e strazio: “Occhi nella notte” di Yamada Eimi

  1. Salve Annalisa, vedo che Yamada Eimi ti ha proprio colpita! Bad etc. Mi e’ piaciuto molto. A proposito, colgo l’ occasione per segnalare che: Uomini senza donne, di Murakami e Il Lago, di Yoshimoto usciranno da noi entro la meta’ di giugno. Inoltre la Neri Pozza ha in programma un altro romanzo della Mirino, intitolato “La notte dimenticata degli angeli”. Un caro saluto.

    • Cara Barbara,
      sì, Yamada Eimi ha a suo modo lasciato un segno. Non posso dire che i suoi libri possano essere annoverati fra i miei preferiti, ma c’è qualcosa nel suo modo di scrivere che mi incuriosisce.
      Come sempre, ti ringrazio per le preziose informazioni. Un aabbraccio e a presto,

      Anna Lisa

Rispondi a Barbara Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.