Imparare il giapponese con le canzoni: Lyrics Training

Postato il
lyrics training giapponese

Un esempio da “Masayume Chasing” di BoA. Nello spazio contrassegnato dai puntini bisogna inserire la parola corretta.

Imparare le lingue attraverso la musica è un modo piacevole per affinare le proprie capacità di comprensione, ampliare il vocabolario e migliorare la memorizzazione di strutture grammaticali (anche se, non di rado, il linguaggio usato può tendere verso lo slang), senza troppa fatica.

Di recente mi sono perciò innamorata di Lyrics Training, un sito che mette gratuitamente a disposizione molte celebri canzoni in numerose lingue (giapponese, inglese, francese, italiano, turco…) per esercitarsi divertendosi.

Per ogni brano è possibile scegliere fra quattro diversi livelli di difficoltà: beginner, intermediate, advanced ed expert. All’utente viene chiesto di completare il testo della canzone durante l’ascolto, scrivendo la parola mancante o selezionando quest’ultima da un gruppo di termini (nel caso del giapponese, è purtroppo possibile soltanto usare il rōmaji), mentre un sistema di punteggi e penalità fa sì che lo svolgimento dell’attività ricordi quello di un videogioco. Infine, nel caso di alcune canzoni, è anche possibile scegliere la modalità karaoke per rilassarsi o divertirsi con gli amici.

Allora, pronti per mettervi alla prova?


Frasario inglese-giapponese della seconda guerra mondiale

Postato il
soldato americano occupazione giapponese tokyo 1946

Un soldato americano abbraccia una donna giapponese, mentre contemplano il parco Hibiya, a Tokyo (21 gennaio 1946. Copyright: AP Photo/Charles Gorry)

Eccolo, finalmente, sotto spessi strati di immacolata carta velina. Ha pieghe, macchie, orecchie. La quarta di copertina è andata persa chissà come. Le pagine – tenute saldamente assieme da due grosse graffette arrugginite – sono ingiallite, impregnate di un sottile ma persistente odore di muffa. Eppure, al momento di sfogliarlo, mi tremano le mani. Della grandezza di un palmo per poter abitare tasche e sacche, ha probabilmente già toccato tre continenti – America, Asia e Australia, da dove mi è stato spedito – prima di arrivare sulla mia scrivania, consunto e quasi spossato dagli anni, dalle memorie, dal viaggio.

frasario inglese-giapponese seconda guerra mondiale 1È, infatti, una delle copie del frasario giapponese in dotazione alle truppe americane nella seconda guerra mondiale, come ricordano la data (February 28, 1944) e i perentori avvertimenti (“for military personnel only”; “[it] is not to be republished in whole or in part without the consent of the War Department”, ecc.). Continua a leggere »


Intervista a Daniela, blogger di Tradurre il Giappone

Postato il

Malgrado il mio interesse per la cultura giapponese, sono relativamente pochi i blog e i siti a riguardo che seguo con costanza; Tradurre il Giappone è fra questi oramai da molto tempo.

Di questo spazio online, più di ogni cosa, apprezzo l’originalità e il taglio piacevole ma mai semplicistico che Daniela – traduttrice dal giapponese e dall’inglese, nonché impiegata presso l’Istituto giapponese di cultura a Roma –  sa conferire ai suoi articoli.

Proprio alla traduzione e alla lingua giapponese è dedicata la sua intervista di oggi, che sono felice di poter condividere con voi. Continua a leggere »


10 libri per 5 buoni propositi per l’anno nuovo

Postato il
murakami corsa arte di correre

Sì, Murakami prende decisamente sul serio la corsa.

Anno nuovo, vita nuova e, di conseguenza, tanti buoni nuovi propositi. Essere ben motivati a perseguire i propri obiettivi è fondamentale: perché allora non farsi aiutare da dieci libri a tema Giappone? Tutti pronti? Via!

1. “Parola d’ordine: sport!”: il tuo preparatore atletico d’eccezione sarà addirittura Murakami Haruki che, nel suo L’arte di correre (trad di A. Pastore, Einaudi, 2013, pp. 146, € 9,35), condivide coi lettori una delle sue maggiori passioni – quella per la corsa, appunto -, trasformata in filosofia di vita. Continua a leggere »


Nuove uscite di letteratura, saggistica e lingua giapponese (estate 2014)

Postato il

Poche settimane fa ho pubblicato un post con le nuove uscite della primavera e dell’estate 2014; ecco un’ulteriore lista di titoli in uscita in questi mesi:

Narrativa

  • Ore d’ozio di Kenko Hoshi, a cura di Adriana Boscaro (Marsilio, 2014, pp. 168, € 15). Dalla quarta di copertina: “Opera più famosa della letteratura classica ore d'ozio kenko hoshi letteratura giapponesemedievale, scritta intorno al 1330, lo Tsurezuregusa ha goduto e gode tuttora di enorme successo, sia all’estero, dove è stato tradotto in numerosissime lingue, sia nella madrepatria. In virtù del suo stile raffinato e del suo particolare genere è infatti oggi letto in tutte le scuole del Giappone come esempio più significativo della tradizione classica. All’interno del testo scorrono con suggestiva limpidezza le 243 prose che lo compongono, piccole gemme di un sapere poliedrico e di una lucida saggezza. Riflessioni personali, aforismi, appunti e ricordi si alternano in modo spontaneo e genuino tradendo la profonda sensibilità dell’autore, che fa propri i canoni della letteratura giapponese medievale e i principi estetici del pensiero buddhista nipponico. Estraniatosi dalle accese dinamiche di Corte, l’autore fa dell’immersione nella natura il prisma attraverso cui considerare la realtà circostante: il passato mondano, la società, ma anche la posizione dell’uomo nell’universo, l’essenza stessa della vita. Il «beato ozio» diventa allora un momento di ebbrezza che permette di acuire il proprio sguardo e di inoltrarlo prima verso la contemplazione e poi verso la stesura di queste brevi, penetranti, a volte autoironiche «quisquilie», ineguagliabili nella loro semplicità e bellezza”.

Continua a leggere »


Per insegnare italiano in Giappone: libro gratuito “La lingua italiana in Giappone. Insegnare e apprendere”

Postato il
hideaki hamada

© Hideaki Hamada

Il vostro sogno è trasferirvi e lavorare in Giappone? Una buona soluzione potrebbe essere quella di diventare insegnanti di italiano, meglio se dopo aver conseguito un’apposita certificazione (come un master, il CEDILS dell’Università Cà Foscari di Venezia o il DITALS rilasciato dall’Università per stranieri di Siena).

Dal sito di quest’ultima ho tratto un libro utile per prepararsi all’esame e conoscere meglio le realtà dell’insegnamento della nostra lingua nell’arcipelago nipponico, Continua a leggere »


Imparare il giapponese/2: apprendiamo la lingua con i manga

Postato il

studiare giapponese con i mangaStudiare il giapponese, oggettivamente, è piuttosto impegnativo. Molti si fermano alle basi, dopo essersi arenati sulle pagine della grammatica o tra colonne di ideogrammi. Per fortuna, esistono in commercio diversi manuali che permettono di imparare la lingua, consolidare le sue strutture e ripassare il lessico in modo piacevole, ricorrendo ai manga. Ecco una selezione dei titoli che mi sembrano più interessanti in proposito: Continua a leggere »


Imparare il giapponese/1: i libri per la scrittura (ideogrammi, hiragana, katakana)

Postato il

scrittura giapponeseImparare il giapponese da autodidatta? E’ possibile: con un po’ di sana fatica e tanta, tanta, tanta buona volontà. Visto l’alto numero di amanti del Sol Levante che vogliono cimentarsi con lo studio della sua lingua, ho deciso di dedicare una serie di post ai libri più efficaci per apprenderla.

Oggi mi soffermerò sulla scrittura (composta da due alfabeti sillabici, lo hiragana e il katakana, più i kanji, ossia gli ideogrammi); nelle prossime settimane sarà il turno dei libri di testo, delle grammatiche (ma ricordatevi che da sole non permettono di assimilare un idioma), dei dizionari, di volumi incentrati su particolari aspetti particolari del giapponese o utili per la preparazione del JLPT (Japanese Language Proficiency Test, anche conosciuto come Nihongo Nōryoku Shiken; con questo nome si indica la serie più nota di esami di certificazione del giapponese).

Detto questo, è ora di andare al sodo: ecco dunque quattro opere che consiglio per imparare e memorizzare i caratteri giapponesi: Continua a leggere »


[Recensione] Per conoscere lo sviluppo del giapponese: “Introduzione allo studio della lingua giapponese”

Postato il

Un’opera ricca e multisfaccettata: ecco come si presenta l’Introduzione allo studio della lingua giapponese, curata da Andrea Maurizi e lettrice giapponesepubblicata di recente (Carocci, 2012, pp. 235, € 19; ora in offerta a € 16,15), non un manuale per apprendere le basi grammaticali e comunicative, bensì un validissimo strumento capace di fornire un‘ampia panoramica storica e letteraria sullo sviluppo e la conformazione del giapponese, esaminato in modo sintetico ma denso dalle sue origini sino al giorno d’oggi. Continua a leggere »


7 app Android gratuite per studiare il giapponese (vocabolari, kanji, grammatica…)

Postato il

Vorreste ripassare quei maledetti kanji che non vi entrano in testa, ma state tutto il giorno fuori casa? Avreste bisogno di un dizionario per tradurre il giapponese, ma non volete comprare un traduttore? Continua a leggere »