“Hokusai”, un manga per conoscere il grande artista giapponese

Postato il

Un’imponente onda domina la scena, colmando lo sguardo di blu. Sullo sfondo, quasi in disparte, il vero soggetto della grande onda hokusaistampa: la montagna più celebre del Giappone, protagonista indiscussa de Le trentasei vedute del monte Fuji.

L’opera potrebbe forse apparire una metafora della lunghissima e complessa carriera del suo creatore, Hokusai (1760-1849): strega molti con la sua affascinante semplicità densa di particolari, ma pochi riescono a scorgervi la profondità e la ricchezza di significati, frutti di un’instancabile ricerca artistica e esistenziale.

hokusai mangaRipercorre questo affascinante cammino l’omonimo fumetto Hokusai (trad. a cura di Francesco Nicodemo; Edizioni BD, pp. 592, € 12; ora in offerta a 9,69), realizzato dal celebre mangaka Ishinomori Shōtarō, allievo di Tezuka Osamu: lontano da ogni intento celebrativo (e tanto meno agiografico), il volume tenta di mettere a fuoco la figura del genio e, soprattutto, dell’essere umano, senza arrestarsi davanti alle sue contraddizioni o alle sue debolezze, lasciando largo spazio all’ironia. Inoltre, intrecciate alle biografia dell’artista, si snodano le brevissime avventure di una moltitudine di curiosi personaggi del Giappone del XIX secolo: samurai poco coraggiosi, editori senza scrupoli, ladruncoli da strapazzo, fanciulle simili a dee marine…

Tavola dopo tavola, scopriamo un uomo che, superati i quarant’anni, insoddisfatto dei risultati del suo pennello e del mediocre bilancio della propria vita, s’impegna per darle una svolta netta. Dopo aver sviluppato un’insolita sensibilità pittorica e una sorprendente commistione di stili, Sori (questo il suo pseudonimo) decide di assumere un nuovo nome, emblema di questa fase di cambiamento: Hokusai, conosciuto anche come “il vecchio pazzo per la pittura“.

I suoi propositi? Ritrarre le espressioni delle onde, immortalare i paesaggi in mutamento «attraverso il cuore delle persone», cogliere la natura degli animi attraverso i loro gesti, in un processo di esplorazione continua, perché «dipingere in verità assomiglia molto a un viaggio». E il suo viaggio – che ha conosciuto l’immediatezza degli schizzi (manga) e la dovizia degli ukiyo-e – ci incanta ancora oggi.

* *
Su Hokusai leggi anche:

* *

Qui sotto, alcune tavole tratte dal manga.

manga hokusai fuji

manga hokusai donna


2 commenti su ““Hokusai”, un manga per conoscere il grande artista giapponese

  1. Pingback: “Hokusai”, un manga per conoscere il grande artista giapponese | L'occhio del daruma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *