Mishima: per ricordarlo una raccolta di interviste e il trailer del film di Wakamatsu Kōji

Postato il

Yukio MishimaIl 25 novembre 1970 si spense, per sua stessa mano, Mishima Yukio.

La sua morte fu in realtà meno spettacolare e gloriosa di quanto si pensi: durante il seppuku – il suicidio rituale per sventramento (conosciuto col nome improprio di harakiri) – l’ultima, fatale operazione (il taglio della testa da parte di un compagno) non andò come previsto, e le sofferenze dello scrittore si protrassero ulteriormente.

Oggi voglio ricordare lo scrittore con due testimonianze: la prima è il trailer del film 11/25 The Day Mishima Chose His Own Fate (2012) di Wakamatsu Kōji, presentato a Cannes; la seconda, invece, è un video che raccoglie insieme estratti di diverse interviste a Mishima realizzate in inglese, che affrontano temi quali il teatro, le arti marziali e il Tatenokai (la milizia privata fondata anche grazie a Mishima stesso per difendere i valori giapponesi e l’imperatore).


4 commenti su “Mishima: per ricordarlo una raccolta di interviste e il trailer del film di Wakamatsu Kōji

  1. Salve. Ho ri-letto in questi giorni “la voce degli spiriti eroici”; non riesco a trovare le due opere di cui questo libro costituisce una trilogia, cioé il racconto “Patriottismo” e il dramma “Crisantemi del decimo giorno”. Sono mai stati pubblicati in Italia?
    Grazie

    Salvatore

  2. Buonasera, mi associo alla dmanda di Salvatore!

    “Patriottismo” dovrebbe essere in “morte di mezza estate” della Guanda e nel Meridiano Mondadori a lui dedicato. Di”crisantemi” nessuna traccia, le uniche operedi teatro pubblicate in Italia sono ” Il mio amico Hitler” e “Madamede Sade”.

    Spero di essere smentito!

  3. Purtroppo mi era sfuggito il commento di Salvatore . Confermo che “Patriottisimo” è sicuramente nel Meridiano “Romanzi e racconti” di Mishima Yukio (ed. Mondadori); “Crisantemi del decimo giorno” mi risulta non edito in Italia.
    Grazie, Jacopo, per le precisazioni; a quanto mi hanno raccontato, nel corso del tempo almeno uno studioso si è proposto di tradurre altro del teatro di Mishima, ma l’editore in questione si è opposto (probabilmente considerando l’operazione poco fruttuosa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *