“The little black book of sushi”: il mondo del sushi a portata di tasca

Postato il

Una manciata di riso, un’alga nori ben croccante, un gustoso ripieno a scelta: per preparare il classico ‘rotolino’ di sushi sembra non occorrere niente di speciale. E allora, perché nel Paese del sol levante, prima di diventare dei veri cuochi, è necessario esercitarsi per anni e anni, limitandosi addirittura per i primi tempi a osservare quel che fa il maestro?

Qualche suggerimento in proposito ci viene senza dubbio da The little black book of sushi. Piccola guida alla conoscenza e alla preparazione di Day Zschock, con illustrazioni di Kerren Barbas (trad. di F. Pilla, Astraea, pp. 160, € 9,90; ora in offerta su Amazon.it a € 8,42), un pratico manualetto a misura di borsa o di tasca, utile a chi voglia approcciarsi non soltanto alla cucina, ma anche agli stessi ristoranti giapponesi.

Oltre a presentare una carrellata di alimenti e piatti tipici (dall’umeshu, un liquore ricavato dalle prugne, al tamagoyaki, una specie di omelette), l’autrice dispensa consigli  su come orientarsi tra i menù, muoversi in un locale, maneggiare le bacchette e il cibo (ammettetelo: quante volte avete temuto di incappare in figuracce micidiali, ordinando per sbaglio il pollo alle mandorle o infuocandovi la bocca con il wasabi, scambiato per un’innocente salsa verde?).

Ai ‘temerari’ che volessero cimentarsi a casa propria con il variegato mondo del sushi  è dedicata tutta la seconda metà del volumetto: qui vengono presentati l’attrezzatura necessaria (tagliere, stuoia di bambù, coltelli per le verdure e per il pesce…) e gli ingredienti base (oltre all’immancabile riso, salsa di soia, diversi tipi di alghe, goma, ossia i semi di sesamo…) da combinare insieme seguendo le facili ricette proposte, adatte anche a chi non è un mago dei fornelli e per di più accompagnate da numerose pillole di saggezza, che spaziano dalla scelta del pesce alle modalità di realizzazione dei piatti.

La lettura scorre veloce grazie a un linguaggio semplice e una grafica vivace, che rendono il libro accattivante e di facile consultazione: insomma, un piccolo piacere per la gola e gli occhi. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *