A ottobre nuovo volume di Natsume Sōseki

Postato il

Per tutti gli amanti di Natsume Sōseki ho un’ottima notizia: ad ottobre 2010 dovrebbe uscire Il mio individualismo per i tipi di Duepunti edizioni; il volume comprende anche la conferenza  I fondamenti filosofici della letteratura.
La traduzione dal giapponese  è stata curata da Gabriele Marino ed il costo previsto del libro è di 12 euro.


3 commenti su “A ottobre nuovo volume di Natsume Sōseki

  1. Di questa “icona” della letteratura giapponese ho letto, naturalmente, “Kokoro” e “Io sono un gatto”, per ora. Fortunatamente, come per Kawabata, Tanizaki e Akutagawa, si trovano parecchie sue opere tradotte, anche se non giurerei sulla traduzione “diretta” dal giapponese per tutte le pubblicazioni in circolazione.
    Trovo molto interessante il fatto che venga pubblicato addirittura un suo saggio, la cosa mi incuriosisce molto e mi sono annotata il libro tra gli acquisti potenziali.
    Per chi fosse interessato a Natsume Soseki:
    “Kokoro”, uno dei suoi romanzi più famosi, è stato tradotto in anime nella serie – in circolazione e scaricabile in rete – della serie “Aoi Bungaku”. Ne consiglio la visione, ma solo dopo aver letto il romanzo, perchè nell’anime vengono proposte ben due versioni di una parte della storia – alcuni puristi infatti ne sono rimasti profondamente delusi.

  2. Per ora di Natsume Soseki ho letto solo “Io sono un gatto”. Mi annoto quello segnalato da Barbara, il cui titolo italiano ho trovato essere “Il cuore delle cose”, prima dell’uscita del nuovo libro, a ottobre.

  3. Io ho letto tutti e 5 i romanzi di Natsume Soseki tradotti in italiano. Devo dire che non lo trovo un autore facile. A me piace molto, ma ho paura che molti lettori occidentali possano non apprezzare appieno il modo di narrare di un autore giapponese fino all’osso. Potrebbe risultare noioso, prolisso e a volte inconcludente. Io, ad esempio, adoro Sanshiro, ma l’ho consigliato a più di una persona che non l’ha apprezzato. E la cosa mi ha molto rattristato!
    Per quanto riguarda le traduzioni, direi che sono tutte dal giapponese. Anche perchè i traduttori sono sempre quelli. Solo sulla mia edizione di Kokoro c’è un particolare strano. Viene riportato in 2 parti diverse: Tradotto dal giapponese da… e Traduzione a cura di…ma ci sono 2 nomi diversi!!! Mah…?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *